Andrea Brintazzoli
photography




Ramadan: Rottura del Digiuno

Il Ramadan corrisponde al nono mese del calendario islamico e la sua cadenza varia di anno in anno in quanto il calendario si basa sulle fasi lunari. Nel mese di Ramadan si pratica il digiuno che costituisce uno dei cinque pilastri dell'Islam e dura dall’alba al tramonto. Nella prova del digiuno è più importante il significato spirituale di quello materiale per il fatto che l'uomo obbedisce a un ordine divino. Egli impara a tenere sotto controllo i suoi desideri fisici, superando così la sua natura umana. Nel mese sacro del digiuno i fedeli si dedicano alla preghiera, alla meditazione e all’autodisciplina. Al tramonto il digiuno viene simbolicamente interrotto con un dattero ed un bicchiere di latte, segue poi la preghiera del tramonto (Maghrib), il pasto serale (Iftar) ed una particolare preghiera detta (Tarawih).

1 / 6 ◄   ► ◄  1 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Interruzione del digiuno con datteri e latte presso la Moschea AN-NUR di Via Pallavicini
2 / 6 ◄   ► ◄  2 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Fedeli riuniti all’ingresso della sala di preghiera intenti a rompere il digiuno dopo il tramonto in attesa del
pasto serale Iftar dopo il tramonto
3 / 6 ◄   ► ◄  3 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
“Nessuno di voi è credente se non desidera per suo fratello ciò che desidera per se stesso” Profeta Mohammed. Uno dei volontari del Centro di Cultura Islamico di Bologna mentre distribuisce cous cous
4 / 6 ◄   ► ◄  4 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Fedeli che attendono il richiamo alla preghiera del Tarawih
5 / 6 ◄   ► ◄  5 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Preghiera del Tarawih: fedeli in fila ordinata durante la preghiera
6 / 6 ◄   ► ◄  6 / 6  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Preghiera serale (Tarawih) nel mese del Ramadan
loading